Trekking ed Escursioni

Il Rifugio è punto tappa dell’Alta Via delle Alpi Apuane e base di partenza per escursioni di uno o più giorni tra irte creste, profondi canali modellati dall’acqua come le Marmitte dei Giganti del Fatonero e il fosso dell’ Anguillaia e le più suggestive vette di questa catena tra cui Macina, Sella, Fiocca, Sumbra, Altissimo. Per queste montagne e per le traversate, sono raccomandate esperienza e sicurezza nella progressione e, nella stagione invernale, con tratti innevati e ghiacciati, l'ausilio di ramponi, piccozza ed eventuali corde.

Un soggiorno al rifugio offre inoltre l'opportunità di escursioni anche meno impegnative e nei luoghi più caratteristici e interessanti delle Apuane. Da qui si può raggiungere la torbiera di Fociomboli, residuo di un piccolo lago glaciale e l'alpeggio del Puntato immerso in un ambiente da fiaba e circondato da alcune tra le più belle montagne della catena: il Freddone, il Corchia, il Pizzo delle Saette e la Pania della Croce. 

Non lontano dal Rifugio, a Pian della Fioba, si trova l'Orto botanico "Pellegrini-Ansaldi " che ospita piante endemiche e rare delle Apuane e un piccolo rifugio con

laboratorio che accoglie ricercatori impegnati nello studio della flora e della vegetazione di queste Alpi. Le visite guidate all'Orto sono gestite dall'Associazione Aquilegia Natura e Paesaggio Apuano

Situato nel cuore delle Alpi Apuane e vicino ad alcuni dei sistemi carsici più importanti e conosciuti della regione e a numerosi corsi d’acqua, il Rifugio è inoltre una base logistica ottimale per la  SPELEOLOGIA e per gli amanti del CANYONING. Per queste e altre attività sportive come il BACK-TOURING e le escursioni con E-BIKE, il Rifugio collabora con

APU Sport Ambiente Emozioni

escursioni guidate